Come sopravvivere al lancio del nuovo algoritmo di Facebook

Ormai anche nostra nonna sa che Facebook, con un post del nostro caro Mark, ha annunciato il lancio di un nuovo algoritmo terrorizzando brand e social media manager di tutto il mondo.

Il perchè di tanto terrore? Te lo spieghiamo subito.

Il nuovo algoritmo, che di preciso sceglie quali notizie far comparire sulla tua bacheca, d’ora in avanti privilegerà i post di amici e parenti a discapito di quelli di aziende, marchi e media. Facebook ha giustificato il cambiamento in questo modo: “l’uso dei social per connetterci con le persone a cui teniamo può essere positivo per il nostro benessere“. I troppi annunci pubblicitari riducono lo spazio e la possibilità degli utenti di poter interagire con le persone a lui più vicine.

Ti immagini quanta paura ci possa essere, non tanto per i grandi brand, ma per le piccole e medie imprese di scomparire per sempre dal feed notizie dei loro amati consumatori?

Immaginiamo di si.

Ma niente panico! Sia che tu abbia la tua attività sui social, sia che ti occupi di campagne di Facebook Ads come freelancer ti daremo qualche consiglio su come sopravvivere alle nuove regole!

Come ripartire il budget con il nuovo algoritmo di Facebook

Ora che ti abbiamo tranquillizzato ti diamo qualche consiglio pratico.

Come già saprai, la tecnica di far crescere la tua pagina attraverso i post sponsorizzati  è stata da sempre considerata una delle best practices di chi fa pubblicità su Facebook. Tramite questo espediente è possibile, infatti, sia far crescere la community che aumentare il tasso di engagement degli utenti.

La scelta di allocare  parte del budget sugli sponsored post è ancora valida alla luce del nuovo algoritmo. La sua portata verrà solo diminuita, non annullata.

facebook

 

Il nostro consiglio è: continua ad investire sui post sponsorizzati  allocando il budget su quelli che ritieni più efficaci per la tua audience.

Il resto invece ti consigliamo di destinarlo alle campagne finalizzate all’aumento del numero di fan sulla tua pagina.

Questo tipo di strumento, messo da parte a volte perchè troppo costoso e meno efficace, può rivelarsi estremamente utile per permetterti di raggiungere l’altra fetta di utenti che non raggiungeresti mai solo con i post sponsorizzati.

L’unione di  sponsored post e campagne per l’aumento dei like sulla pagina ti permetterà, se accuratamente dosata e monitorata, di aggirare l’ostacolo del nuovo algoritmo: una buona base di fan ti permetterà di aumentare le prestazioni dei post che deciderai di sponsorizzare aumentando ancor di più la loro visibilità nel feed notizie degli utenti.

I gruppi Facebook legati ad una fan page. Come sfruttare questa sinergia per ottenere ancora più visibilità

Un’altra novità in casa Facebook è la possibilità di collegare la tua fan page ad un gruppo. Questa, che all’inizio poteva sembrare una possibilità superflua, potrebbe diventare un prezioso strumento per sopravvivere al nuovo ecosistema di Facebook.

I post pubblicati all’interno di un gruppo hanno una visibilità organica elevata e un buon engagement.

Creare quindi un gruppo collegato alla fan page, incoraggiando gli utenti a generare un dialogo al suo interno, potrebbe far aumentare notevolmente la tua visibilità nelle bacheche degli amici dei componenti del gruppo.

Fra le possibili scelte che hai nel creare il gruppo (pubblico, chiuso e segreto) ti consigliamo quella del gruppo pubblico. Chiunque può vederne i contenuti.

Per rendere possibile tutto ciò devi, ovviamente, creare un gruppo. Ti spieghiamo in pochi passi come fare.

Per prima cosa: vai sulla tua pagina. 

Se nel menù a sinistra è già presente la voce “gruppi”, basta cliccarci sopra e premere sul tasto “collega gruppo”. Selezionare poi il gruppo da collegare et voilà. Il gioco è fatto.

Se invece la voce non è presente basta andare nelle “impostazioni della pagina” Facebook e selezionare “modifica pagina”. Una volta aperta la schermata basta cliccare sul pulsante “aggiungi una tab” e inserire quella dei gruppi. Ti basterà poi solo attivarla e salvare. Fatto ciò puoi collegare il gruppo come ti abbiamo spiegato sopra.

facebook

 

facebook

 

facebook

 

La creazione di un gruppo collegato, oltre ai benefici in termini di visibilità, ti potrà fornire tantissime informazioni utili sui comportamenti e le preferenze degli utenti. Queste preziose informazioni potranno permetterti di tarare sempre meglio la tua linea editoriale e ottimizzare il più possibile i tuoi contenuti.

In conclusione se saprai dosare bene post sponsorizzati, campagne di acquisizione fan e gruppi collegati alle tue pagine sopravvivere alle nuove regole non sarà poi così impossibile!

Non ti resta che provare!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.