Pagina aziendale su Facebook: perché non farne a meno

Le rimpatriate, le foto dell’ex e l’amica che continua a taggarvi nell’album di capodanno 2012. Quando ormai Facebook per troppo tempo vi ha relegati al “mai una gioia”, arriva lei a risollevarvi. Unica, inimitabile, la paladina del business: la Pagina aziendale su Facebook.

Non sarà il potere di cristallo di luna, la criptonite o la pozione polisucco, ma se avete un’attività, la  Pagina aziendale su Facebook può davvero essere l’Apriti sesamo della vostra caverna del tesoro. Qualunque sia il vostro business, saprete apprezzare i vantaggi di metterlo su Facebook.

Pagina aziendale su Facebook: come si fa?

In poco tempo e con qualche click qui , sia da dispositivo mobile sia da computer. Come si suol dire “una passeggiata”. Attenzione però, non aspettatevi  di poter creare una Pagina senza  avere un Profilo personale.  Il Profilo rappresenta l’identità del gestore che è  responsabile della conformità della Pagina con le leggi, i regolamenti e le normative vigenti in materia. Non è il caso di fare i trasgressivi.

Pagina aziendale su Facebook: quanto costa?

“Renato, il celebre cantante dei sorcini”. Anche mettendola a mo’ di cruciverba la risposta è davvero semplice: zero.  Creare una Pagina, così come un Profilo personale, non prevede alcun costo di attivazione. Facebook è gratis, e lo sarà sempre, o almeno così dicono da Menlo Park.

Pagina aziendale su Facebook: ma perché?

Prima il sito, poi il blog e adesso anche la Pagina Facebook? Questo www sembra proprio darvi il tormento.  Come non darvi torto! Se pensate però che il vostro sito minimal dinamico e responsive – che avrete pagato anche molto –  basti a darvi la meritata visibilità, forse è il caso che facciate un passo indietro, anzi due.

Sito web vs Pagina Facebook

Quando si dice” due facce della stessa medaglia”; come dottor Jekyll e mister Hyde, il sito e la Pagina sono la stessa cosa: il vostro business online.
Tra questi due titani difatti, non c’è un vero e proprio scontro, bensì un costante dialogo che li rende vicendevolmente necessari.

Se il sito web è il vostro negozio virtuale, la Pagina Facebook è la vostra vetrina. L’utente di Facebook scrolla il news feed così come un omino cammina sul marciapiede nel centro città; questo comporta un paio di considerazioni:

  1. se il vostro negozio (sito)  non ha una vetrina (Facebook), l’omino difficilmente vi entrerà, dopotutto ignora la vostra esistenza;
  2. se avete una vetrina (Facebook), l’omino la osserverà e valuterà se entrare nel negozio (sito).

pagina aziendale su Facebook

Queste considerazioni sono tanto più valide quanto più il vostro business è nuovo o poco conosciuto. Facebook è il vostro vettore, in definitiva, colui che, detto senza mezzi termini, “porta gente sul sito”

Questa distinzione diventa ancora più chiara se letta con le lenti del marketing. Siamo di fronte a due differenti tipi di domandedomanda consapevole, a cui risponde il sito, e domanda latente, a cui risponde Facebook.

Una risposta per due domande: come intercettare il cliente

Un esempio per schiarirci le idee. L’omino che cammina sul marciapiede ama passeggiare con il suo cane e vuole per lui la massima sicurezza. Cosa può fare per soddisfare questo suo bisogno? La risposta è proprio nelle domande.

Domanda consapevole: l’omino ha visto il cane del vicino indossare  un collare luminoso, effettua una ricerca su internet e  dal sito scopre che a pochi chilometri da casa esiste un negozio di articoli per animali  che lo vende.

Domanda latente: l’omino è seduto sulla panchina del parco a conclusione di una  stancante giornata di lavoro, si trastulla sul news feed di Facebook. Improvvisamente,  tra un post e l’altro, viene a conoscenza dell’esistenza di un collare luminoso: geniale! Clicca sul post e dalla Pagina Facebook  scopre che a pochi chilometri da casa esiste un negozio di articoli per animali che lo vende.

Il negozio di articoli per animali ha un sito e una Pagina Facebook, può intercettare la domanda dell’utente rispondendo alla sua ricerca su internet e facendosi scoprire su Facebook. Insomma, in termini di marketing, la Pagina Facebook mette una pulce nell’orecchio dell’utente, svegliando la sua domanda latente.

Inoltre, se sul sito è possibile effettuare campagne SEO e SEM per rispondere per primi alle richieste dell’utente, su Facebook attraverso ADS è possibile  coinvolgere il cliente ideale, attraverso la targettizazione del pubblico. Una escamotage niente male per invitare nel nostro negozio un omino sicuramente interessato.

pagina aziendale su facebook

Pagina aziendale su Facebook: ciò che solo lei ti dà

Dopo aver appreso la visibilità che Facebook può dare ad un business ed il tipo di bisogno che è in grado di soddisfare, è necessario considerare una serie di vantaggiose caratteristiche del social media dal logo blu.

Tempestività: la possibilità di avvisare in tempo reale quello che sta accadendo, che sia un guasto sulla linea telefonica, un’offerta super vantaggiosa, il fan avrà la possibilità di essere informato dal suo news feed con un post che lo aggiorna. Perché aspettare speranzosi che visiti il vostro sito quando potete “magicamente” intercettarlo mentre vede le foto di gattini su Facebook?

Responsive h24: la pagina Facebook non fa scherzi, si adatta a tutti i dispositivi e non ha bisogno degli aggiornamenti tipici del sito. Una grande gioia.

Semplicità d’uso: le informazioni sono a portata di click, che vi piaccia o meno la standardizzazione delle pagine è un toccasana per l’utente, che in questo modo è in grado di reperire facilmente informazioni primarie come indicazioni stradali o numero di telefono. Altrettanto non si può dire dei siti internet che, col dilagare della tendenza minimal stanno progressivamente inabissando la barra del menu.

Facebook inoltre, sperimenta sempre nuove soluzioni ed è in continuo aggiornamento con l’intento di migliorare il rapporto tra business e cliente. Non perdete l’occasione di testare gli ultimi esperimenti dai laboratori nerd!

Gratis, semplice, intuitiva versatile  base di investimento. La pagina aziendale su Facebook è un vero e proprio must. Inutile fare “m’ama non m’ama” , quando si tratta di business, con Facebook l’approccio #petaloso non regge.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.