Influencer marketing: pubblicità invisibile

Vuoi diventare un influencer ricco e famoso? Ci dispiace deluderti, ma se è così non sei sull’articolo che fa per te.

Se invece ti interessa sapere cos’è l’Influncer Marketing e come puoi utilizzarlo in una social media strategy, allora continua a leggere!

Influencer, influencer ovunque

Che siano youtubers, instagrammers o abbiano una fan page su facebook, una cosa li accomuna: hanno migliaia o, molto più spesso, milioni di fan.

Il loro principale obiettivo è condizionare le tue scelte di acquisto rispetto a determinate aree tematiche o di interesse.

influencer marketing

Sono ovunque e si intrufolano nella tua vita quotidiana in punta di piedi.

Gli influencer, infatti, non intasano i social con messaggi palesemente pubblicitari ma pubblicano, almeno apparentemente, contenuti che mostrano la loro quotidianità.

Ti chiedono un opinione sull’ultimo costume acquistato e ti portano, autonomamente, a pensare: “che bello, quasi quasi  lo compro anche io!”.

Generano in te un bisogno e poi “se quel costume lo indossa Chiara Ferragni posso fidarmi, Chiara è una garanzia!“.

 Si hai capito bene: ogni volta che gli influencer postano qualcosa sui social, stanno promuovendo un prodotto o uno stile di vita! E la vera rivoluzione sta nel fatto che riescono a farti esporre ai loro messaggi volontariamente.

Geniale no?

Proprio per questo i brand lottano ogni giorno nella corsa all’influencer migliore, quello  che riesce ad orientare maggiormente gusti e tendenze o, addirittura, a crearne di nuove.

Ma vediamo meglio come funziona.

Cos’è e come funziona l’influencer marketing?

L’influencer marketing è un nuovo approccio alla comunicazione che si inserisce nelle dinamiche relazionali del mondo digitale e le sfrutta a proprio vantaggio. Si serve di una singola persona, connessa con un gran numero di utenti, per riuscire a raggiungerne il più possibile.

Anche se il campo di battaglia si è spostato online, non è certo una novità che campagne di marketing includano nella loro strategia promozionale personaggi famosi.

L’elemento innovativo sta nel fatto che l’ influencer non fa pubblicità diretta e tradizionale, ma endorsement. 

Per farti un esempio, secondo un articolo del Sole 24 Ore, Cristiano Ronaldo con i propri post è riuscito a generare un valore di 36 milioni di dollari per Nike e na ha guadagnati 13. In che modo? Semplicemente inserendo i prodotti di cui è testimonial in alcuni post sui suoi profili social.

influncer marketing
Social Media Product Endorsements

Ma andiamo a capire meglio perché la figura dell’influncer è così innovativa rispetto ai testimonial che già tutti conosciamo.

Testimonial vs Influencer

Spesso la pubblicità tradizionale ti innervosisce. Poco importa se nello spot c’è il tuo attore preferito. E’ ormai evidente che sta tentando di manipolarti e, proprio per questo, cerchi in tutti i modi di non esporti ai suoi messaggi.

Ed è lì, nell’attesa che ricominci il programma che stavi guardando, che istintivamente prendi il tuo smartphone e cominci a fare continui refresh su Instagram o Facebook.

Non è forse così?

Ecco, mentre smanetti sui tuoi social, osservando decine e decine di post, all’apparenza innocui, in realtà ti stai esponendo a tantissime forme di pubblicità indiretta.

Come mai non te ne rendi conto?

Per capirlo, basta definire gli elementi caratteristici di un influencer : autenticità, storytelling, fiducia e credibilità.

L’influencer è una persona reale. Si racconta attraverso post “personali” generando curiosità, coinvolgimento emotivo e fiducia. Ci dà la possibilità di interagire, quasi da arrivare a considerarlo come “uno di casa“. I suoi post sembrano sempre spontanei e mai frutto di una strategia di marketing.

Il rapporto con un influencer è molto più diretto rispetto a quello con un testimonial ed è proprio questa illusione di “spontaneità” a fare la differenza.

influencer marketing

Come scegliere il giusto influencer

In una campagna di influencer marketing, scegliere il giusto protagonista è fondamentale: deve essere lo specchio del target a cui è rivolta la campagna e, attraverso i propri post, deve esprimere il posizionamento e il concept del brand.

Esistono delle metriche in grado di aiutare nella scelta, ma attenzione a non fidarsi troppo dei numeri!

Non basta infatti scegliere un influencer che abbia un gran numero di follower. La scelta deve cadere su una figura che abbia determinate qualità: coerenza, autorevolezza e credibilità.

Infine può risultare utile analizzare il numero e, soprattutto la qualità, delle interazioni che ha con i suoi fan. L’influencer deve dimostrare di avere un rapporto di fiducia e di dialogo con i propri sostenitori, in modo da favorire lo scambio di opinioni e di consigli.

Tipi di influencer

Nell’ideazione di una campagna di influencer marketing va tenuto presente che esistono diverse tipologie di influencer. Ognuna può raggiungere obiettivi differenti. Un rapida classificazione può essere:

  • Top influencer: sono le celebrità che hanno account con più di 500mila follower. Rappresentano un modello di vita ideale a cui ispirarsi.

Per fare un esempio, possiamo citare Selena Gomez  con più di 130milioni di follower su instagram. Ogni suo post sponsorizzato vale circa 550mila dollari.

  • Macro influencer: si tratta di figure diventate popolari grazie ai social che hanno, in media, tra gli 80 e i 500mila follower. Sono seguiti perché particolarmente appassionati o competenti rispetto ad un argomento specifico condiviso con la propria community.

Possiamo prendere come esempio Huda Kattan dal mondo del beauty che, negli ultimi anni, è diventata una delle più popolari nel suo campo.

  • Micro influencer: Sono persone comuni che hanno tra i 30 e gli 80mila follower. Postano contenuti vicini alla realtà quotidiana di chiunque e, proprio per questo possono essere molto più credibili delle celebrità. Sempre più spesso i brand  si servono di loro per promuovere i prodotti.

Vantaggi dell’influencer marketing

Ma quali sono i vantaggi concreti che porta l’influencer marketing? Te li riassumiamo in questo piccolo elenco:

  • Incrementa la brand awareness
  • Produce contenuti innovativi e di qualità
  • Aumenta la brand reputation e la credibilità
  • Raggiunge facilmente anche target di nicchia
  • Ha un impatto maggiore ed è più efficace di una pubblicità tradizionale
  • Promuove il brand senza risultare intrusivo

Quel che inizialmente sembrava una moda passeggera, negli ultimi anni è diventato un trend da non sottovalutare. L’influencer marketing rappresenta una grande opportunità non solo per i brand, ma anche per le piccole e medie imprese che desiderano trovare modalità alternative per raggiungere sempre più persone.

Ti lasciamo con  la classifica dei top influencer mondiali aggiornata in tempo reale.

Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.