Pubblicità su Instagram: come e perché farla

Nell’ormai lontano 2015 Instagram ha deciso di aprire le porte alla pubblicità per permettere a tutti i profili aziendali di promuovere i loro prodotti e servizi.

I grandi brand hanno immediatamente colto l’occasione programmando campagne e investimenti come se non ci fosse un domani.

Dopotutto, in un social in cui il tasso di interazione è del 70% superiore rispetto alle altre piattaforme, come potevano farsi scappare questa ghiotta opportunità?

Ma come funziona la pubblicità su Instagram per noi comuni mortali?

Continua a leggere perché sto per spiegarti tutto quello che c’è da sapere.

Esistono due tipi di budget

Prima di darti qualche consiglio su come investire le tue risorse nella pubblicità vorrei chiarire un concetto mio parere fondamentale.

pubblicità

Esistono due tipi di investimenti che, per chiunque voglia portare il proprio business online, è necessario fare contemporaneamente.

  • Il primo è economico: l’unica cosa gratuita dei social, per chi vuole fare business, è il download dell’applicazione!
  • Il secondo è di tempo: è forse l’investimento più oneroso e importante che devi fare se decidi di portare la tua attività online. Non penserai mica che le cose crescano da sole?

Se non sei pronto ad investire tempo e denaro per promuovere la tua attività online il mio consiglio è: non iniziare nemmeno!

Se pensi di rientrare nel cerchio delle persone coraggiose, seguimi e vieni scoprire come puoi ottenere il massimo dalla pubblicità su Instagram.

Analisi preliminare

Ripeti insieme a me: prima di agire devo riflettere.

Questa frase, che avrai sentito già un milione di volte, è un vero e proprio iter che devi mettere in pratica ogni volta che muovi un passo su internet.

Prima di pensare a cosa pubblicizzare o a quale testo usare devi fare delle ricerche e riflettere sui dati che raccogli.

Non sai da dove cominciare? Tranquillo, nel prossimo paragrafo ti spiego tutto.

Le ricerche da svolgere prima di iniziare a fare pubblicità

Queste che ti sto per elencare sono delle indagini che puoi iniziare a fare sin da subito e senza le quali è inutile fare qualsiasi tipo di pubblicità:

  • guarda le sponsorizzate degli altri, soprattutto i tuoi competitor;
  • osserva quali call to action utilizzano di più e quali funzionano meglio;
  • quantifica le interazioni che generano gli utenti in questi annunci.

Questa analisi ti permetterà di creare dei post, per poi sponsorizzarli, coerenti con le richieste dei tuoi clienti e all’offerta dei tuoi competitor. Ti permetterà di capire cosa è il caso di fare e cosa invece è del tutto inutile.

Anche se può sembrarti un impegno molto gravoso non perderti d’animo:

non hai idea del tempo e della frustrazione che ti farà risparmiare quando andrai a pubblicare le tue inserzioni pubblicitarie.

Quali sono i miei obiettivi?

Oltre a guardare cosa fanno gli altri hai un altro importantissimo compito da svolgere prima di lanciarti nel fare pubblicità su Instagram: definire i tuoi obiettivi.

pubblicità

Instagram, al pari di Facebook, ti permette di scegliere fra molteplici opzioni:

  • aumentare la notorietà del tuo brand;
  • aumentare la visibilità di un post;
  • incanalare traffico di utenti verso un piattaforma esterna a Instagram come un sito web o un app;
  • stimolare l’interazione: like al post, commenti al post;
  • stimolare le conversioni ai tuoi obiettivi.

Se vuoi sapere di più sulle conversioni non temere. Puoi trovare tutte le informazioni che cerchi nel nostro articolo “Social media marketing e conversione. Di cosa stiamo parlando?”.

Ma torniamo a noi.

A chi mi rivolgo con la pubblicità?

Dopo esserti preso del tempo per definire quali obiettivi vuoi raggiungere, è arrivato il momento di definire il pubblico al quale vuoi rivolgerti.

Se esponi ai tuoi messaggi pubblicitari a persone che hanno già mostrato interesse verso la categoria di prodotti o servizi da te offerti, avrai molte più possibilità di coinvolgerli e stimolarli.

Puoi scegliere il tuo target direttamente da Instagram sullo smartphone oppure da desktop. Se vuoi sapere come creare un pubblico personalizzato, abbiamo scritto un articolo su come farlo.

Incredibile quante informazioni si possono trovare qui sul blog di On the rox!!!

Adesso che hai capito cosa fanno gli altri, definito i tuoi obiettivi e il tuo pubblico è arrivato il momento di vedere i formati che Instagram ti offre per promuovere il tuo profilo.

Pronto? Via!

Che tipi di sponsorizzate posso creare?

Sei finalmente arrivato alla fase in cui potrai liberare tutta la tua creatività e realizzare post fantastici da sponsorizzare.

Aspetta, aspetta non te ne andare!

Non ti ho ancora detto che tipo di formati pubblicitari puoi utilizzare. Ce ne sono almeno sei tipologie:

  • Immagine singola: puoi mettere in evidenza un’immagine singola preferibilmente in formato 4:5 o quadrato;
  • Video singolo: puoi sponsorizzare un video della durata di un minuto (anche se con il lancio di IGTV le cose presto cambieranno) sempre in formato quadrato;
  • Carosello: questo formato ti da la possibilità di sponsorizzare fino a quattro foto osservabili in sequenza dall’utente scorrendo il dito sullo schermo. Il testo, la call to action, la geolocalizzazione e tutti gli altri elementi saranno comuni a tutte le foto caricate. Anche qui ti consigliamo il formato rigorosamente 1:1;

pubblicità

  • Slideshow: puoi caricare fino a 10 foto creando una sorta di mini video che si ripete;
  • Stories: le stories sono uno degli strumenti più in voga al momento. Anche queste possono essere oggetto di sponsorizzazione. Mi raccomando ricordati di rispettare le dimensioni di 9:16 per permettere agli utenti di visualizzarle perfettamente sul proprio dispositivo. In caso volessi caricare dei video la durata non dovrà essere superiore ai 15 secondi;
  • Canvas: il formato Canvas è uno dei più creativi in assoluto. Potrai fondere insieme immagini e video raccontando il tuo prodotto o servizio in modo molto più dinamico rispetto ai formati precedenti.

Ora che hai un’idea di tutti i formati pubblicitari utilizzabili su Instagram,  non saresti curioso di sapere se ci sono dei modi alternativi di mettersi in luce senza pagare la pubblicità?

Bene. Ti accontento subito!

Si ok bella la pubblicità, ma posso farmi notare anche senza?

E’ necessaria una premessa: non potrai mai eguagliare i risultati ottenibili con la pubblicità utilizzando queste tecniche che sto per elencarti.

pubblicità

Nonostante questo, voglio consigliarti due metodi per ottenere maggiore visibilità su Instagram tramite “pubblicità” non a pagamento:

  • Crea contenuti brandizzati: puoi rivolgerti a degli influncer o opinion leader del tuo settore per cercare di creare conversioni attraverso la loro rete. La partnership con questi può essere una variante alla pubblicità a pagamento;
  • Crea contenuti in evidenza con le Stories (Highlight): già da un pò di tempo, Instagram permette di salvare le Stories in degli album chiamati “contenuti in evidenza” mantenendole così sul profilo per più di 24 ore. In questo modo i tuoi follower hanno la possibilità di rivederle tutte le volte che vogliono. Puoi anche creare, e ti consiglio di farlo, un percorso attraverso il quale condurre le persone a visitare le tue storie. Puoi dividerle per esempio per argomento o per prodotto.

Ora che la pubblicità per te non ha più segreti ti lascio con un ultimo consiglio, forse più importante di tutte le informazioni che ti ho dato:

Per fare dell’ottima pubblicità su Instagram studia a fondo il tuo pubblico, cerca di conoscerlo, comprendi le sue esigenze e cerca di immedesimarti nelle sue emozioni. Solo così potrai ottenere i risultati sperati!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.